INTO THE EVENT

EUROSHOP, le prime impressioni.

A due giorni dall'inizio della fiera, ecco le prime impressioni sull'atmosfera che si respira, sull'andamento dell'evento e su cosa accade nello stand Grottini.

Inizio sicuramente positivo quello di EuroShop 2011. Il mercato sembra tornato ad investire in innovazione e creatività, e questa sensazione arriva anche dal confronto con retailer di diversi settori e nazioni. Primo giorno di fiera, primo grande evento per Grottini Retail Environments, exclusive sponsor dell'EuroShop RetailDesign Award con cui l'EHI Retail Institute ha premiato i migliori e più innovativi store concept a livello internazionale.
Ma entriamo nello stand Grottini. Senza alcun dubbio è stata l'applicazione in-show a scatenare quell'effetto "wow" che ci si augurava. Sei metri quadrati di vetrina interattiva, controlli completamente touchless e una modella che si veste e si spoglia, indossando in tempo reale i diversi outfit. Fin dalle prime ore, il pubblico si è subito avvicinato ed ha iniziato a interagire con l'interfaccia, tra l'altro mostrando grande familiarità col touchless, senza bisogno di essere guidato. Per i retailer la vetrina è un biglietto da visita molto prezioso e delicato, che richiede anche una gestione molto accurata dei costi. Per questo la soluzione "in-show" è stata apprezzata soprattutto per la sua capacità di offrire una continua freschezza della comunicazione in vetrina, soddisfando l'esigenza di applicare visual sempre nuovi a più punti vendita.
L'applicazione in-stock è invece un sistema che controlla la gestione dei prodotti sugli scaffali, indicando principalmente la loro assenza, ovvero la "rottura di stock". IN questi primi giorni, questa idea ha suscitato l'interesse di quei retailer che si trovano ad affrontare questa problematica gestionale, in particolare quelli della grande distribuzione e grandi marche. E' stato apprezzato il lato semplice e creativo della soluzione che offre la possibilità di trattare un argomento a cui le insegne sono in questo momento sensibili. In-reality, l'applicazione dedicata alla Augmented Reality, forse la più sperimentale delle tre presentate, ha invece superato le aspettative ricevendo grande riscontro. Non solo apprezzamento dai retailer ma anche da agenzie di comunicazione e designer. In particolare a suscitare più curiosità è stato l'aspetto delle possibili applicazioni sul punto vendita.
Queste tre applicazioni tecnologiche sono valse a Grottini Retail Environments la nomination per il premio ATI Innovation Prize, dedicato ai trend più innovativi di EuroShop 2011.