technology

What's in a QR?

Qual è il futuro dei QR code nella Comunicazione e nel Marketing? Grottini Lab ne conosce bene le potenzialità e sa come utilizzarli per una sempre più coinvolgente esperienza di shopping.

Tutto cominciò nel lontano 1994, in Giappone, quando la Denso Wave ebbe l’idea dei QR code (QR sta per Quick Response/Risposta Rapida) spinta dalla necessità di un codice di rapida decodifica del suo contenuto,  per una più semplice gestione delle scorte di magazzino. Oggi li vediamo sempre più spesso, ovunque, una continua pacifica invasione. Questi codici a barre 2D collegati ad un contenuto solitamente multimediale, possono contenere una serie di informazioni: da un indirizzo web o email a un testo, un biglietto da visita o una mappa ecc. Ekaterina Walter (social media strategist alla Intel), in un interessante articolo su mashable.com, pone alcune interessanti domande sul futuro dei QR code: il grande pubblico acquisirà una consapevolezza dei QR code, oppure sono destinati ed essere solo un curioso escamotage per campagne promozionali? Il trend verso una crescente “personal technology” suggerisce che il potenziale c’è, ma la questione resta se gli attori del mercato riusciranno a sfruttare le opportunità che offrono. Quindi, cosa fare per attirare i consumatori fuori dalla loro comfort zone e convincerli a provare qualcosa di nuovo? L’articolo indica anche alcuni fra i modi più creativi, divertenti ed interessanti  di ”QR code marketing”, chiaro esempio di come siano un potente strumento per arricchire l’esperienza del prodotto ed offrire al consumatore un valore aggiunto e reale: reinventare la Shopping Experience, valorizzarla, soddisfare i desideri del consumatore, fornire informazioni in tempo reale o coinvolgerli nella sharing competition.
Un potenziale che non è certo sfuggito a Grottini Retail Environments. La divisione  Grottini Lab, specialista in soluzioni tecnologiche di Comunicazione Dinamica di ultima generazione applicate al retail, utilizza infatti già da tempo i QR code per trasformare e innovare l’esperienza di acquisto tradizionale nello store. Attraverso applicazioni e tecnologie sempre più creative e sofisticate, Grottini Lab utilizza dunque i QR code come strumento di comunicazione, informazione e approfondimento, con un obiettivo sia commerciale, strategico che più semplicemente ludico, per aumentare il coinvolgimento e l’interazione con i consumatori, senza dimenticare l’effetto “woo”.